Vigne di San Lorenzo



Nel 1998 Filippo Manetti ha acquistato una piccola borgata di origine medievale chiamata Campiume, situata a Fognano di Brisighella sui primi contrafforti dell’Appennino Tosco Emiliano. Il complesso è completamente circondato da vigne e olivi e produce ogni anno circa 10 milla bottiglie.

Passione, è la parola che descrive perfettamente il suo lavoro in vigna e cantina. Filippo segue infatti da solo ogni fase della produzione dalla potatura invernale delle vigne, alla vinificazione e infine all’imbottigliamento. Il suo approccio mantiene pieno rispetto per la tradizione e si orienta da un limitatissimo uso della tecnologia sia in vigna sia in cantina.

La sua prima annata è il 2000 e già dal 2006 i suoi vini arrivano alle finali di guide come Il Gambero Rosso. Sono vini vivi e vitali, vivaci e dai colori intensi, con sapori diversi dai vini ottenuti con metodi tradizionali, e che messi nel bicchiere si trasformano di ora in ora. Una volta aperta la bottiglia, mostrano una notevole e prolungata resistenza all’ossidazione, mostrano diversità più marcate nei bianchi che nei rossi, rispecchiano il territorio e l’annata durante la quale sono stati prodotti.

I vini di Vigne di San Lorenzo
Bianchi: Campaglione (Trebbiano), Gea (Albana)
Rossi: Campaglione (Sangiovese in purezza), San Lorenzo (uvaggio di Cabernet Sauvignon e Merlot), Campiume (Sangiovese in purezza), Fieni (uvaggio di Sangiovese, Cabernet e Malbo Gentile, vitigno tipico romagnolo), MDX "Millecinquecentodieci" (Merlot in purezza), PerNori (Sangiovese)

Website created and designed by CHRimini.it